Programma Operativo Nazionale RICERCA E INNOVAZIONE 2014-2020


Il Programma Operativo Nazionale "Ricerca e Innovazione" 2014-2020 è lo strumento con il quale l'Italia contribuisce alla realizzazione della Politica di Coesione dell'Unione Europea a favore delle proprie aree territoriali più svantaggiate.

Il Programma, gestito dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università  e della Ricerca  (MIUR), interessa le regioni in Transizione (TR): Abruzzo, Molise e Sardegna e le regioni in Ritardo di sviluppo (LD), Basilicata, Campania, Calabria, Puglia, Sicilia, con una dotazione finanziaria complessiva di 1.286 milioni di euro.   
Il PON Ricerca e Innovazione si sviluppa in coerenza con gli obiettivi strategici dei programmi europei Horizon 2020 e Cosme, in sinergia con la Strategia Nazionale di Specializzazione Intelligente (SNSI) e con i programmi operativi e le strategie regionali di specializzazione intelligente. 
 

OBIETTIVI

Obiettivo prioritario del PON Ricerca e Innovazione è il riposizionamento competitivo  delle regioni più svantaggiate allo scopo di produrre mutamenti di valenza strutturale per accrescere la capacità di produrre e utilizzare ricerca e innovazione di qualità  per l'innesco di uno sviluppo intelligente, sostenibile e inclusivo.
Gli ambiti di applicazione del programma sono 12: Aerospazio, Agrifood, Blue Growth (economia del mare), Chimica verde, Design, creatività e made in Italy (non R&D), Energia, Fabbrica intelligente, Mobilità sostenibile, Salute, Smart, Secure and Inclusive Communities, Tecnologie per gli Ambienti di Vita, Tecnologie per il Patrimonio Culturale.
In queste aree l'intenzione è quella di creare opportunità di sviluppo territoriale, incentivare la formazione di veri e propri "laboratori di innovazione", all'interno dei quali coltivare nuove conoscenze, talenti, imprenditorialità innovativa, opportunità di attrazione di competenze.

Il PON Ricerca e Innovazione intende, inoltre, favorire il superamento della "logica dei bandi"  di finanziamento legati ai singoli progetti, con l'idea di agevolare la creazione di opportunità di sviluppo per i territori delle regioni interessate, nell'ottica di avviare iniziative di cooperative-competition (coopetition), volte a promuovere la collaborazione tra imprese e altri soggetti  (università, enti di ricerca, ecc.) al fine di conseguire vantaggi reciproci dal punto di vista informativo, produttivo, commerciale e di prodotto che possano avere ricadute molto importanti dal punto di vista dei risultati.

A tutto questo si associa l'intento di favorire lo sviluppo di nuove competenze professionali richieste dal mercato del lavoro grazie all'attivazione diinterventi sul capitale umano tali da favorire la predisposizione di un'offerta di professionalità di adeguato profilo rivolta anche alle start-up e alle imprese giovanili.

Ulteriore elemento di originalità del Programma, l'attenzione significativa rivolta al miglioramento dell'efficacia e della qualità della spesa  con l'introduzione di procedure semplificate e trasparenti che velocizzino l'iter procedurale nella piena correttezza amministrativa. 
 

ASSI DI INTERVENTO 

Il PON Ricerca e Innovazione 2014-2020 si sviluppa attraverso tre assi prioritari di intervento.

Asse I - Investimenti in Capitale Umano (283 milioni di euro)
L'Asse I prevede l'istituzione di dottorati di ricerca innovativi (114 M€), misure a favore dell'attrazione di ricercatori senior verso territori in ritardo di sviluppo (86 M€) e misure a favore della mobilità  (83 M€). 

Asse II - Progetti Tematici (952 milioni di euro)
L'Asse II ha l'obiettivo di rimuovere i vincoli strutturali, imprenditoriali e di contesto, in coerenza con le indicazioni definite dalla Strategia Nazionale di Specializzazione Intelligente (SNSI), attraverso il finanziamento di infrastrutture di ricerca (286 M€), cluster tecnologici  (327 M€) e progetti di ricerca su tecnologie abilitanti [KET's] (339 M€).

Asse III - Assistenza Tecnica (51 milioni di euro)
L'asse III attiene al rispetto delle disposizioni regolamentari europee che prevedono di destinare il 4% delle risorse del PON all'assistenza tecnica per la realizzazione del Programma.
 

RISORSE FINANZIARIE

Il PON Ricerca e Innovazione prevede una dotazione finanziaria complessiva pari a 1.286 milioni di euro, di cui 926 milioni stanziati dall'Unione Europea attraverso il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) e il Fondo sociale europeo (FSE) e 360 milioni derivanti dal cofinanziamento nazionale.

 

RAFFORZAMENTO AMMINISTRATIVO

Come tutte le amministrazioni titolari di programmi operativi nel ciclo 2014/2020, il MIUR ha definito il proprio Piano di Rafforzamento Amministrativo (PRA) collegato al PON Ricerca e Innovazione.
Il PRA prevede misure destinate al miglioramento amministrativo, organizzativo e tecnico allo scopo di favorire una gestione più efficiente ed efficace degli interventi cofinanziati dai fondi strutturali europei.

 

Approfondimenti e risorse

  • PON Ricerca e Innovazione 2014-2020 - 14/07/2015
    Programma Operativo Nazionale nell'ambito dell'obiettivo "Investimenti in favore della crescita e dell'occupazione"
    Programma PONRI 14-20   
  • Decreto di approvazione PRA (DM 24 agosto 2015, n.629) - 24/08/2015
    Decreto di approvazione PRA   
  • Piano di Rafforzamento Amministrativo (PRA) - 24/08/2015
    PRA   
Data Ultimo Aggiornamento: 04/07/2016